Publié le

Les Muses Des Peintres – Portogruaro

[cml_media_alt id='1489']manifesto-le-muses-definitivo-1000[/cml_media_alt]

Mostra « Le Muses des Peintres »

9 Gennaio 2015

ore 18:00

Dove: Via Udine 34, Portogruaro –  Vivai Benjaflor

La storia de « le Muses »

Nella Grecia antica nacquero nove muse, frutto dell’unione tra Zeus, il dio supremo, e Mnemosine, la dea della memoria.

Le muse appartenevano ad Apollo, il dio della musica e delle arti; formavano il suo corteggio e lo accompagnavano nelle danze durante le feste che avevano luogo sulla montagna degli dei, l’Olimpo.

Con queste premesse il mio intento è quello di richiamare le origini per ricordare le radici della nostra cultura.

La parola “musa” avrebbe dato nascita alla parola “museo”; questa esposizione vuole essere vista, appunto, come un piccolo museo ludico della storia dell’arte cosiddetta “moderna”.

Essendo il XX secolo l’epoca di riferimento, ho scelto venti artisti di quel periodo, ad eccezione di due di loro che provengono dal XIX secolo ma che comunque la storia dell’arte considera pionieri della pittura moderna.

Questa selezione personale è necessariamente un po’ restrittiva, ma credo possa rappresentare un ventaglio di artisti significativi, dai più ai meno noti al grande pubblico, di quel periodo.

Il mio obiettivo non era ritrarre la musa storica di tale o talaltro pittore.

L’intento era piuttosto quello di utilizzare gli elementi pittorici più caratteristici del percorso artistico dei venti prescelti e creare, con spirito pastiche, un’immagine iconica per ciascuno di loro.

Questa « offesa » ai grandi maestri vuole dare una visione demistificata dell’arte moderna a un pubblico di non iniziati che tutt’oggi restano ermetici nei confronti di questa corrente.

Che ci piaccia o no, l’arte moderna è nel nostro quotidiano. La sua influenza è evidente: la troviamo nel cinema, che propone le biografie romanzate, più o meno riuscite, di artisti moderni, nelle esposizioni d’arte sul modernismo, che vengono presentate come eventi da non perdere, nel mondo della pubblicità, che ricicla le opere di quell’epoca per mancanza di creatività e perfino nelle vostre case su un magnete attaccato al frigo.

Spesso la gente è in grado di distinguere un dipinto moderno, ma più difficilmente riconosce l’autore o la corrente artistica d’appartenenza.

Qui davanti a voi gli identikit pittorici che vi permetteranno di individuare quasi a colpo d’occhio i veri colpevoli di questi colpi di pennello.

Se ho scelto il tema delle muse per illustrare il percorso artistico di questi pittori è perché tutti hanno in comune l’aver fatto degli incontri che hanno stimolato la loro creatività; una relazione sentimentale esplosiva o tranquilla, la modella, o il modello, che diventa un alter ego o un indispensabile personal manager. Il tutto su uno sfondo di gioie o di drammi, di eccessi di rotture o di amori appassionati.

Comincia a chiarirsi il quadro? All’ombra del maestro: la musa.

Sei curioso? scopri tutte le muse cliccando qui